Ultima modifica: 21 Novembre 2020

Funzioni strumentali

image_pdfimage_print

Cosa sono: sono incarichi che il dirigente scolastico affida a docenti che ne abbiano fatto domanda e che siano eletti dal collegio dei docenti

Cosa fanno: svolgono attività di coordinamento per la realizzazione e la gestione del piano triennale dell’offerta formativa

Profilo Funzioni Strumentali:

  • Competenze progettuali
  • Capacità di lavoro in team
  • Competenze informatiche
  • Competenze relazionali
  • Competenze specifiche nell’area d’intervento assegnata

Composizione:

FUNZIONE STRUMENTALE

Area 1

Progettazione Valutazione e gestione POF

 

Nomina del D.S. su designazione del Collegio dei Docenti

 

Scuola Infanzia:  PETRELLI

Scuola Primaria: IAIA

Scuola secondaria:  TREVISI

•     Coordinamento delle attività relative all’adeguamento del PdM e del PTOF in collaborazione con la commissione POF;
•     coordinamento  NIV ;
•     coordinamento Piano di Formazione;
•     progettazione dell’Offerta formative;
•     monitoraggio della progettazione (distribuzione, raccolta delle schede di progetto e successivo adeguamento al MOF e agli esiti ella contrattazione);
•     analisi dell’efficacia e dell’efficienza delle azioni formative
•     monitoraggio delle attività di progettazione (distribuzione, raccolta delle schede di progetto e successivo adeguamento al MOF e agli esiti della contrattazione);
•     consegna e raccolta della modulistica e dei registri delle attività e delle ore effettuate
•     Preparazione minipof e ppt in collaborazione con la ffss dell’area 2 
FUNZIONE STRUMENTALE

Area 2

Sostegno ai docenti e  alla Didattica

NOMINA D.S.

su designazione

Collegio dei Docenti

RUSSO

SIMEONE

 

 

•    Gestione accoglienza e inserimento dei docenti in ingresso.
•    Analisi dei bisogni formativi, coordinamento e gestione del Piano annuale di formazione e di aggiornamento.
•    Cura della documentazione educativa, e informazione in merito alla sperimentazione/realizzazione di buone pratiche metodologiche e didattico-educative, e all’efficacia e utilizzo di nuovi supporti tecnologici applicati alla didattica sulle iniziative di aggiornamento e di formazione professionale promosse in ambito locale e nazionale
•    Attività di assistenza e di supporto in merito a questioni di ordine didattico-organizzativo
•    Gestione organizzativa progetti curricolari ed extra (contatti con associazioni teatrali , organizzazione calendari …)
•    Promozione di uno stile di comunicazione e collaborazione costruttivo con e tra i docenti.
•    Coordinamento di progetti di raccordo fra ordini di scuola differenti (raccordo scuola primaria/secondaria; raccordo scuola dell’infanzia/primaria);
•    Raccolta dei materiali prodotti dai dipartimenti e loro organizzazione.
•    Predisposizione degli strumenti di monitoraggio dell’offerta formativa.
•    Preparazione minipof e ppt in collaborazione con le ffss dell’area 1.
Area 3 SOSTEGNO

Alunni H

CARDAMONE M. A.

(primaria infanzia)

 TREVISI Bernadetta.

( secondaria 1° grado)

 

•    Progettazione, organizzazione e coordinamento delle attività integrazione per alunni diversamente abili;

•    coordinamento del lavoro dei docenti di sostegno e degli eventuali espertiesterni;

•    rapporti con gli operatori Azienda ASL e con le famiglie per definire date e modalità di organizzazione degli incontri previsti e necessari, presidenza degli stessi nei casi di impedimento delD.S.;

•    organizzarepresiedere il GLI re calendarizzare gli incontri

•    organizzazione e coordinamento delle attività per alunni con disturbi specifici di apprendimento

Area 3 SOSTEGNO

Alunni BES

NOMINA D.S.

su designazione

Collegio dei Docenti

Lacitignola Anna

Saracino Ada

 

•    Curare l’accoglienza e l’inserimento degli studenti con bisogni speciali (BES) e disturbi di apprendimento(DSA), dei nuovi insegnanti di sostegno e degli operatori addetti all’assistenza
•    Diffondere la cultura dell’inclusione
•    Comunicare progetti e iniziative a favore degli studenti con bisogni speciali e DSA
•    Rilevare i bisogni formativi dei docenti, propone la partecipazione a corsi di aggiornamento e di formazione sui temi dell’inclusione
•    Offrire consulenza sulle difficoltà degli studenti con bisogni speciali e DSA
•    Suggerire l’acquisto di sussidi didattici per supportare il lavoro degli insegnanti e facilitare l’autonomia, la comunicazione e l’attività di apprendimento degli studenti
•    Prendere contatto con Enti e strutture esterne
•    Svolgere attività di raccordo tra gli insegnanti, i genitori, e gli specialisti esterni
•    Promuovere attività di sensibilizzazione e di riflessione didattico/pedagogica per coinvolgere e impegnare l’intera comunità scolastica nel processo di inclusione

 

 

 

Area 4

ORIENTAMENTO

 

NOMINA D.S. su

designazione Collegio dei Docenti

 BUTTIGLIONE Zaira

•       Coordinamento delle attività per l’orientamento inteso come guida alle scelte scolastiche e professionali future con i ragazzi di II e III media;
•       verifica dell’efficacia del passaggio di informazioni sugli alunni e sui curricoli realizzati nell’ordine di scuola precedente;
•       partecipazione agli incontri di formazione    promossi dalle Scuole e organizzazione degli interventi con i docenti delle Scuole Secondarie di II grado;
•       definire e coordinare le visite dei referenti per l’orientamento degli istituti secondari superiori e le visite degli studenti presso gli stessi istituti per la partecipazione a stage o a percorsi guidati;
•       coadiuvare l’Ufficio di Presidenza nella consulenza alle famiglie degli allievi in uscita;
•       coordinare la predisposizione del documento relativo al consiglio orientativo e raccogliere i dati relativi alle effettive scelte operate dagli allievi.

 

 

 

Condividi su...